Posted on

Robot tagliaerba: conviene realmente?

Avere un giardino è sicuramente una bella cosa, in grado di aumentare la propria qualità di vita. Occorre però sottolineare come le superfici verdi vadano curate per poter essere un effettivo piacere dal punto di vista estetico, una incombenza che per molti non è molto invitante, soprattutto ove la loro estensione sia notevole. In tal caso le alternative sono due: rivolgersi ad una ditta per tagliare periodicamente l’erba, oppure dotarsi di un tosaerba, che può essere un trattorino oppure un robot. Il primo, però, può rivelarsi pericoloso, soprattutto nel caso ci siano pendii ripidi da scalare, e a causa di alcune disattenzioni di vario tipo. Basti pensare in tal senso che ogni anno in varie parti del globo sono molte le persone che sono vittime di incidenti alla guida del proprio trattorino, a volte anche mortali.
Proprio questa considerazione negli ultimi anni ha spinto molte persone a dotarsi di un automa in grado di tagliare l’erba, il quale elimina in partenza non solo questi rischi, ma anche la necessità di attendere alle operazioni, che può rivelarsi complicata per chi magari ha poco tempo libero a disposizione e vorrebbe poterlo impiegare in maniera diversa. La domanda da porsi, quindi, è la seguente: conviene realmente dotarsi di un robot tagliaerba?

Gli svantaggi del robot tagliaerba

Il robot tagliaerba è molto gettonato da chi non dispone di molto tempo per poter curare il proprio giardino. Basta avviarlo e programmarlo, per vederlo mappare l’area di lavoro e mettersi all’opera con notevole precisione e rapidità.
Se questi sono i vantaggi, ci sono però alcuni nei da tenere in considerazione, non solo quelli rappresentati dal prezzo a volte molto elevato. A segnalarli sono proprio i forum di discussione presenti sul web, ove i consumatori pongono l’accento soprattutto sul fatto che in caso di grandi estensioni possono avere qualche difficoltà. Va peraltro segnalato che anche in caso di riuscita dell’operazione possono restare sul terreno quintali di erba tagliata sul terreno che, anche se sminuzzati in maniera fina, possono provocare un effetto feltro su di esso ove non siano tolti di mezzo con la rastrellatura. Occorre quindi comunque un intervento umano, che può essere costoso, a meno che non li faccia da soli. Per capire meglio, va ricordato che il costo di un giardiniere si aggira sui 40 euro all’ora, cui devono essere aggiunti i soldi per smaltire l’erba, intorno ai 70 euro.
Chi voglia intanto farsi una idea dei prezzi presenti sul mercato e magari reperire qualche offerta speciale, può sicuramente consultare il web, ove è possibile trovare siti online che possono aiutare gli utenti a schiarirsi le idee.