Posted on

I parametri per scegliere il miglior cancelletto per bambini

Quando il neonato inizia a gattonare e a muovere i primi passi è il primo campanello d’allarme che ci avvisa che è arrivato il momento di acquistare un cancelletto per bambini, è un modo per mettere dei paletti oltre i quali il bimbo non può spingersi e lui, dal canto suo, lo capirà presto e si muoverà in tutta sicurezza per casa. Di solito, questi ultimi vengono usati come ostacolo per tenere lontani i bimbi da fonti di calore, come i caminetti, o da dispositivi particolarmente costosi come maxi schermi, pc o altro. Ogni modello, a prescindere dalla tipologia, è contraddistinto da doghe o sbarre, per quanto invece riguarda le misure dipendono dagli elementi che si vogliono ‘blindare’ come le dimensioni di una scalinata o di un oggetto che si vuole tenere fuori dalla portata dei bambini.

A ogni spazio corrisponde una misura, ecco perché è importante calcolare a priori le dimensioni dell’oggetto da acquistare, tenendo nel dovuto conto le misure dei modelli esistenti o, in casi particolare, commissionandone la fattura a un artigiano o a un falegname. Per adattarsi, infatti, ai vani o agli angoli di casa dove è necessario interdire l’accesso al bambino, bisogna premunirsi di un cancelletto preciso al millimetro per essere certi che calzi perfettamente agli spazi di casa. Per agevolare il compito alcuni cancelletti per bambini disponibili sul mercato, come quelli a pressione, sono estensibili, altri invece sono fissi.

Anche l’altezza è un fattore importante, è bene che sia alto almeno 70 centimetri per impedire al bimbo, magari più grandicello o alto sopra la media, di scavalcarlo rendendolo del tutto vano allo scopo e magari con il rischio che il piccolo si faccia pure male. Per maggior sicurezza si può acquistare un cancelletto più alto, in quanto è possibile trovarne in vendita anche sopra il metro, come è possibile verificare consultando il sito www.cancellettoperbambini.it. Una volta acquistato il cancelletto, facendo attenzione anche al colore e al design affinché s’intoni agli arredi di casa, è il momento di posizionarlo, a questo punto i cancelletti si suddividono in fissi o a soffietto, i primi stabili in quanto ancorati a parete, altri restringibili o allargabili a fisarmonica.