Posted on

L’UPI chiede di lasciare inalterata la normativa svizzera sui monopattini

Nel corso degli ultimi mesi si è molto parlato del monopattino elettrico. Considerato un eccellente modo alternativo per favorire la mobilità all’interno delle città e abbattere i livelli troppo elevati di inquinamento atmosferico, questo mezzo di locomozione è ora al centro di un serrato dibattito, che interessa anche la politica.
In Italia, infatti, la normativa esistente non è molto chiara, tanto da aver spinto il governo a proporre una modifica del Codice della Strada teso a non creare ostacoli alla sua diffusione, come accade attualmente, sotto forma di multe salate a chi utilizzi su strada aperta.
Anche in Svizzera, però, il dibattito è molto serrato, come dimostra la richiesta elevata dall’UPI (Ufficio Prevenzione Infortuni) di lasciare inalterata la norma che permette solo a pochi dispositivi di mobilità personale a propulsione elettrica di essere ammessi nelle aree di traffico pubbliche, tra cui determinati monopattini e segway. Andiamo dunque a vedere meglio la querelle.

L’intervento dell’UPI

La richiesta in questione è stata originata da una semplice constatazione: la crescente offerta di monopattini spinge sempre più persone a chiedere di allentare i requisiti legali applicabili a questi dispositivi in modo da facilitarne l’ammissione alla circolazione. Ove ciò avvenisse, però, aumenterebbe anche la possibilità di conflitti all’interno delle aree di traffico, in quanto una stessa zona dovrebbe essere utilizzata da un maggior numero di utenti. UPI afferma inoltre che la dinamica di locomozione dei veicoli di questo genere è diversa da quella degli altri mezzi, rivelandosi foriera di pericoli sulle aree pedonali che sono normalmente utilizzate anche da soggetti vulnerabili, a partire da anziani e bambini. Anche le piste ciclabili, però, potrebbero vedere un aumento esponenziale di conflitti tra i vari soggetti, considerato come esse siano sempre più frequentate anche da bici elettriche.
Una serie di considerazione che hanno spinto l’UPI a dichiararsi contraria alla modifica delle norme attualmente in vigore nella confederazione, che sono molto restrittive, facendo rientrare il monopattino elettrico all’interno della categoria dei ciclomotori, costringendo però i loro utenti a rispettare le stesse regole dei ciclisti.

Monopattino elettrico: dove trovare occasioni

Il monopattino elettrico è sempre più gettonato anche in Italia, nonostante l’incertezza del quadro normativo, come dimostrano le ultime statistiche di vendita disponibili.
Naturalmente in commercio è possibile reperire molti modelli, con prezzi che possono variare in maniera molto sensibile. E’ però possibile abbattere gli stessi grazie alle tante offerte che possono essere reperite sia nelle rivendite tradizionali che sui siti online che si occupano della tematica. Proprio per questo motivo consigliamo di riflettere con una certa attenzione prima di procedere all’acquisto, cercando magari di capire quale possa essere il modo migliore per unire qualità e convenienza.