Posted on

Effetti collaterali comuni di Zolpidem

I farmaci ipnotici o che inducono il sonno, comunemente chiamati anche farmaci per il sonno, sono una categoria di sostanze psicoattive la cui funzione principale è per alleviare l’insonnia o per il trattamento di gravi disturbi del sonno e spesso usati come alternativa ai coadiuvanti del sonno prescritti. I farmaci ipnotici comuni sono le benzodiazepine, che agiscono sul sistema nervoso centrale e alleviano la sonnolenza e il disorientamento causati da alcol o altri sedativi; barbiturici, che rilassano i muscoli e il cervello e aiutano ad addormentarsi; e tranquillanti, che agiscono come tranquillanti naturali e inducono un sonno profondo. Sono disponibili anche altri tipi di farmaci ipnotici come la Prometazina, che agisce come un antidepressivo; Melatonina, che regola i livelli di melatonina nel tuo corpo; e Zolpidem, che sono un nuovo farmaco che non ha effetti collaterali noti. Questi sonniferi sono generalmente prescritti dai medici nei casi in cui gli aiuti naturali per il sonno o gli integratori da banco non funzionano.

Sebbene questi sonniferi siano altamente efficaci, hanno anche alcuni potenziali effetti collaterali. Uno degli effetti collaterali più comuni è la comparsa di cataratta o glaucoma ad alte dosi o in grandi variazioni. Altri effetti collaterali possono includere allucinazioni, attacchi di panico, ipertensione e persino la morte. A causa di questi rischi, è sempre importante consultare un medico prima di assumere qualsiasi farmaco, soprattutto se si sta assumendo farmaci per qualsiasi altra condizione medica. Il medico può anche raccomandare dosi più basse dei farmaci.

Un altro effetto collaterale comune dello zolpidem, uno dei tanti sonniferi ipnotici sul mercato, è l’emergere di “cartine” o feci secche e dure. Questo è il risultato della fluidificazione del sangue e dell’eccessiva perdita di potassio dai reni quando le persone assumono alte dosi di zolpidem. Alcuni pazienti che assumono alte dosi di questi sonniferi riferiscono anche di provare una strana sensazione elettrica ai piedi e alle mani e una sensazione di formicolio alle orecchie.

Nel momento in cui si decide di prendere dei sonniferi ad esempio su prescrizione o anche semplicemente da banco, allora di fatto la cosa principale che potrebbe accadere riguarda il fatto ad esempio che il principio attivo di questi stessi farmaci potrebbe non essere benefico del tutto o al massimo delle sue potenzialità. Ciò significa quindi che di fatto il vostro corpo comincerà a rilassarsi un po’ e a tranquillizzarsi, ogni minuto sempre di più. Questo particolare processo di rilassamento non consente sicuramente al vostro cervello di calmarsi, e di conseguenza avrete anche delle difficoltà ad addormentarvi e a prendere sonno nel modo più tranquillo e rilassante possibile.

Sul sito internet www.sceltasonnifero.it trovi tutte gli aggiornamenti in tal senso.