Posted on

Avvitatori: che differenza c’è tra un cacciavite elettrico e un trapano avvitatore

Spesso si fa confusione fra avvitatore o cacciavite elettrico o trapano avvitatore elettrico a filo o a batteria. Per avvitatore, che è la versione elettrica del cacciavite manuale, per quanto ultimamente si sia arricchito di funzioni accessorie e avanzate, si intende comunemente uno strumento atto ad avvitare e svitare viti e bulloni elettricamente, in sostituzione del cacciavite manuale. Troppo spesso si tende a confondere il cacciavite elettrico con il trapano avvitatore, che invece è un altro arnese, la cui funzione precipua è la foratura di pareti e supporti. Un avvitatore, invece, fa le veci del cacciavite, è questa la sua funzione specifica, ma a differenza dell’utensile che si usa a mano funziona in automatico, su input dell’utilizzatore, non richiede fatica e ha performance assolutamente superiori, date da due elementi imprescindibili: la reversibilità e la coppia massima di serraggio.

Per reversibilità si intende la facoltà di invertire il senso di rotazione delle punte, che possono essere utilizzate in entrambi i versi, sia per avvitare che per svitare, ma anche intervenendo per rettificare eventuali anomalie o difformità nell’avvitatura. La coppia di serraggio, invece, è il rilevatore di potenza applicata alla vite, espressa in Nm (Newton per metro). Per quanto l’avvitatore trovi largo uso domestico come prodotto per il ‘fai da te’, si presuppone che l’impiego di questo arnese sia appannaggio di professionisti che lo utilizzano ampiamente nelle loro attività, come officine, carpenterie, cantieri edili, botteghe artigiane e così via. Complici anche i prezzi accessibili e alla portata di tutti, gli avvitatori semplificano ogni lavorazione, anche in combinata con il trapano avvitatore, da non confondere però.

L’utilità di questi strumenti innovativi sta nell’aver reso facile e rapido qualsiasi lavoro che fino a ieri richiedeva sforzo e perdita di tempo, una comodità per gli hobbisti e una necessità per professionisti che ormai non ne possono fare più a meno per portare a termine lavori a regola d’arte. Ci sono operazioni e interventi dove l’avvitatore è decisamente più performante del trapano avvitatore, ad esempio dove si richiede una particolare predisposizione nell’allestimento, ad esempio, di pareti in cartongesso da fissare con l’ausilio di un mucchio di viti.